Blog Chiarini Articolo - Futile Borse di Grecamade S.r.l.s. Città di Castello

Gianni Chiarini: eccellenza fiorentina tra tradizione ed innovazione

È un’azienda giovane quella di Gianni Chiarini, in continua espansione. I suoi dipendenti lo definiscono un “vulcano di idee” e parlano dell’azienda quasi come di una famiglia.

Le ispirazioni arrivano dappertutto, dal design, dalle auto, dall’arte ma ciò che è fondamentale per lo stilista è la ricerca. La continua evoluzione. L’essere affamati di curiosità verso tutto ciò che ci circonda da cui poter prendere ispirazione per disegnare un nuovo modello.  

Borsa Gianni Chiarini Helena RoundL’odore della pelle Gianni Chiarini l’ha respirato fin da quando era bambino. Suo padre, Carlo, possedeva un’attività di acquisto e rivendita di pellami a Firenze, da sempre uno dei distretti conciari più importanti del mondo. La svolta però è arrivata nel 2000, quando ha deciso di portare il proprio punto di vista nel mercato della pelletteria, realizzando una linea di borse interamente disegnate da lui e che portasse il suo nome. L’obiettivo era quello di realizzare prodotti di qualità ad un prezzo accessibile, da qui la scelta di posizionarsi in una fascia di prezzo che va dai 150 ai 300 euro. La produzione avviene interamente a Firenze tanto che lo stesso designer ama parlare di prodotti made in Florence prima ancora che made in ItalyLinee minimal e raffinate, attenzione ai dettagli e qualità delle materie prime sono le caratteristiche dei prodotti disegnati da Gianni Chiarini. Ma il designer toscano, definito dai suoi collaboratori un “vulcano di idee”,  è andato oltre la pelletteria: nel 2015 crea un altro marchio, Gum Gianni Chiarini Design. Questo secondo viaggio, più estroso e provocatorio, riguarda accessori prodotti in un materiale “gommato”, proveniente dal pvc, cioè dalla plasticaLe borse così concepite, saranno super-colorate e munite di cover Inter-cambiabili, affinché ognuna si senta libera di abbinare la borsa al proprio umore. Sebbene si tratti di concept e stili differenti, entrambi i marchi dell’uomo toscano hanno ricevuto molto consenso, sia in Italia che all’estero. Tuttavia, c’è da dire che il brand di punta resta Gianni Chiarini, con un fatturato di 35 milioni di euro nel 2018, di cui il 60% viene dalle vendite estere. Nel 2017 i brand di Gianni Chiarini sono stati acquistati da 21 Investimenti, la società fondata da Alessandro Benetton, il quale ha visto nei due progetti l’investimento ideale, perchè radicati nel Made in Italy e diretti verso il futuro. Ma Gianni Chiarini, seppur socio minoritario, è ancora il direttore creativo dei suoi marchi, sempre più popolari anche all’estero. Il marchio Gianni Chiarini, infatti, attualmente conta 1000 punti vendita multibrand e la presenza commerciale in 30 paesi, tra cui il Giappone, con due boutique a Tokyo e altri 8 shop nel paese. Con l’entrata del gruppo Benetton, il brand toscano ha iniziato una vera e propria internazionalizzazione.

Borsa Chiarini Elettra

Le borse Gianni Chiarini non hanno logo, una scelta coraggiosa. 

"È una scelta estetica, frutto della mia passione per la semplicità. È senza dubbio un’arma a doppio taglio. Uno dei problemi maggiori è quello dei falsi.  La gomma è registrata come marchio ma con la pelle è molto più difficile. Ecco perché uno degli obiettivi per il 2016 è quello di investire sul brand e sulla sua riconoscibilità. E poi apriremo nuovi monomarca. Abbiamo già aperto in Giappone, in Europa e in Italia mentre con la linea Gum punteremo su mercati giovani come Corea e America."

Da dove è nata l’idea della linea GUM?

"L’idea è nata nel 2014, durante il Salone del Mobile, quando ho visto una ciabatta stampata in saffiano. Da lì, l’ispirazione di stampare il pvc sulla gomma. Ma non volevo un pvc solo colorato quindi, grazie ad uno studio eseguito sulle tendenze materiali, ho dato vita a diverse fantasie e arricchito le mie creazioni con piccoli dettagli, come ad esempio le borchie."

Le sue borse sono molto amate anche da fashion icons e blogger. Che tipo di rapporto ha l’azienda con il web?

"Siamo partiti proprio da lì, dal web. Crediamo molto nella comunicazione online, soprattutto per conoscere il target giovani, in costante crescita. Su Instagram, ad esempio, abbiamo un ottimo seguito."

 Torna al blog

Se hai problemi di visualizzazione passa alla versione web
Grecamade S.r.l.s. Città di Castello : Corso Vittorio Emanuele 1A - Tel. +39 075 7971041

Informativa Privacy | Condizioni di Vendita | P.IVA 03404510541